Binance e Coinbase sono due degli exchange più noti nel mondo del crypto trading. Con milioni di utenti in oltre 180 paesi, entrambi offrono ai propri utenti la possibilità di acquistare criptovalute utilizzando valute locali come la sterlina britannica (GBP) e l’euro (EUR). Andiamo ad analizzare le caratteristiche principali di entrambe le piattaforme.

Coinbase è stato creato nel 2012. Durante questo periodo, ha costruito il suo brand principalmente negli Stati Uniti prima di espandersi in tutto il mondo. Offre principalmente servizi di custodia e di cold storage e trading di criptovalute. La società ha attualmente un valore di $ 8 miliardi e si sta avviando verso la quotazione in borsa.

Binance è stata fondata nel 2017 dopo un’Initial Coin Offering (ICO) e nel giro di poco tempo è diventato il più grande exchange al mondo per volumi di scambio. Da allora, Binance ha integrato molti servizi nel campo del mining, dello sviluppo di blockchain e persino nella finanza decentralizzata (DeFi).

In questo articolo effettueremo un confronto tra Binance e Coinbase, concentrandoci principalmente sulle caratteristiche delle loro piattaforme per l’acquisto di criptovalute utilizzando le valute a corso legale locali. Lo faremo rispondendo a sei domande con le quali assegneremo un punteggio a entrambe le piattaforme.

1. Quali sono le opzioni per l’acquisto di criptovalute?
Sia Binance che Coinbase supportano l’uso di bonifici bancari, così come di carte di credito, carte di debito e persino di servizi bancari locali.
PUNTEGGIO – Binance 1 – Coinbase 1

2. Quanto sono le commissioni sulle carte di credito?
Binance addebita uno spread dell’1% e una commissione del 2% per ogni transazione. Coinbase presenta uno spread dello 0,5% sugli acquisti di criptovaluta, che è la metà del tasso di spread su Binance, ma addebita anche una commissione del 3,99%, che è quasi il doppio del tasso di Binance.

PUNTEGGIO – Binance 1 – Coinbase 0

3. Quali sono le opzioni di prelievo disponibili?
Sia su Binance che su Coinbase è possibile prelevare tramite bonifico bancario. Ciò che li differenzia è la seconda opzione per i prelievi: Binance utilizza Advcash, mentre Coinbase utilizza PayPal. Ogni servizio ha i suoi pro e contro, rivelandosi comunque un’ottima soluzione.
PUNTEGGIO – Binance 1 – Coinbase 1

4. Fino a quanto posso prelevare?
Su Binance gli utenti possono prelevare fino a € 200.000 al giorno tramite bonifico bancario. Su Coinbase, il limite di prelievo giornaliero su PayPal è di £ 20.000. Coinbase offre anche un’opzione di bonifico bancario per i prelievi e, sebbene non dichiarato esplicitamente, gli utenti di Coinbase Pro possono prelevare fino a $ 25.000 al giorno. In ogni caso, il limite di prelievo di Binance fa impallidire Coinbase.
PUNTEGGIO – Binance 1 – Coinbase 0

5. Cosa puoi fare con le tue criptovalute sulle due piattaforme?
In poco tempo Binance ha creato un vasto ecosistema di servizi, rivelandosi una delle realtà più dinamiche del settore. L’offerta di crypto trading varia dai mercati spot, al margin trading fino ai derivati come i futures. Si possono utilizzare le proprie criptovalute anche in servizi di staking e lending, per guadagnare anche se non si fa trading. Sebbene Coinbase sia principalmente un wallet online che dà la possibilità di acquistare criptovalute, offre anche l’exchange Coinbase Pro, che però presenta degli strumenti e delle funzionalità di base che se possono andar bene per un principiante, non soddisfano le esigenze di un trader esperto.
PUNTEGGIO: Binance 1 – Coinbase 0

6. Custodia e cold storage
Coinbase nasce come wallet online e negli Stati Uniti è assurto a servizio di custodia per gli operatori istituzionali che investono nel mercato crypto. Inoltre la piattaforma offre gratuitamente il servizio Vault (cassaforte), un cold storage dove le monete depositate sono assicurate. Non a caso Coinbase è uno dei pochi exchange del settore a non aver mai subito un attacco di sicurezza informatica (o, per meglio dire, nessun attacco è mai andato a buon fine). Binance, nonostante sia una piattaforma dall’eccellente architettura di rete che garantisce la massima efficienza dal punto di vista della sicurezza informatica, non ha ancora implementato un servizio di cold storage.
PUNTEGGIO: – Binance 0 – Coinbase 1

PUNTEGGIO FINALE: Binance 5 – Coinbase 3

In conclusione, parliamo di due delle migliori piattaforme del mercato crypto, che offrono il massimo dell’affidabilità dal punto di vista della sicurezza e garantiscono ottimi volumi di scambio. Tuttavia, in relazione all’esperienza di trading e alla capacità d’innovazione, Binance ha decisamente una marcia in più confermandosi una delle migliori realtà del settore, in grado di fornire aggiornamenti costanti e di interpretare al meglio le innovazioni, all’interno di un settore che corre veloce e fa dell’innovazione una delle sue caratteristiche principali.

 

Canale Telegram Bitcoin Facile

Commenti

commenti

Facebook
Visit Us On Twitter